29 dicembre 2018 - 02 gennaio 2019

Capodanno a Venezia con Concerto alla Fenice

Itinerario in 5 giorni

Venezia è una città in cui la bellezza si è stratificata in secoli di storia, creando veri e propri depositi da cui non è sempre facile ricavare una lettura in grado di giustificare le emozioni intense che accompagnano il nostro guardare. Così abbiamo pensato di suggerirvi un percorso alla scoperta delle antiche comunità straniere ancora presenti ed attive a Venezia, con visite esclusive ed incontri unici. Ci recheremo nell’Isola di San Lazzaro, per secoli attivo centro mondiale della cultura Armena, al Ghetto Ebraico, il primo al mondo con le sue antiche Sinagoghe, di cui conosceremo storia e tradizioni. Conosceremo la piccola ma attiva comunità greca con il Museo delle icone e la Chiesa di San Giorgio; l’associazione dei Dalmati che, da oltre cinque secoli, custodisce le tradizioni sopravvissute alla stessa Serenissima con i mirabili “teleri” capolavori senza tempo del Carpaccio.
Saremo ospiti presso l’antica sede del Sovrano Ordine Militare di Malta, presente in città dal 1200, in un palazzo che un tempo fu dei Templari e che ancor oggi gode dello stato di extraterritorialità. Visita al rinnovato Fondaco dei Tedeschi, trasformato in Emporio delle eccellenze italiane; eccezionale ed unica la visita sull’intera città che si gode dalla stupenda terrazza. Le visite culturali saranno accompagnate da incontri con esponenti delle varie Comunità.

Il primo giorno del 2019 saremo in platea, nei migliori posti disponibili, al Gran Teatro La Fenice per il Concerto di Capodanno; tradizione nazionale e eccellenza a cui , almeno una volta nella vita, bisogna partecipare dal vivo. Quale miglior modo per salutare l’arrivo dell’anno nuovo?

 

Programma dettagliato:

 

Giorno 1°
Arrivo individuale a Venezia

Arrivo individuale a Venezia. Sistemazione presso l’Hotel Ruzzini Palace 4* in Campo Santa Maria Formosa.

Cena in ristorante. Pernottamento in Hotel.

2° giorno
Il Ghetto Ebraico e San Lazzaro degli Armeni

Al mattino visita all’Isola di San Lazzaro degli Armeni, per secoli attivo centro e punto di riferimento della cultura armena. Questa piccola isola-convento nella laguna di Venezia, è tra le poche che hanno conservato l’antica funzione conventuale, ancora oggi ospita la comunità dei padri armeni dell’ordine Mekhitarista. Nella splendida biblioteca sono conservati circa 45.000 volumi, tra cui un ricco fondo di miniature e manoscritti armeni e molti altri di origine araba, indiani ed egiziani. Qui si trova la mummia di Nehmeket.

Rientro a Venezia per pranzo dove ci aspetta una ‘cicchettata’ in un tipico ‘bacaro’ veneziano.

La comunità ebraica è presente a Venezia fin dal XII secolo: gli ebrei giungevano da varie parti d’Europa dando vita a riti diversi come l’ashkenazita, l’italiano ed il  sefardita in modo da poter conservare le abitudine e la ritualità dei luoghi di provenienza. Recentemente si è aggiunta l’attiva comunità Chabat Lubavich. Visita al Ghetto Ebraico, ai due campi che ospitano le sedi delle comunità religiose, numerosi negozi e una vecchia panetteria con i dolci tipici kosher. Visita guidata all’interessante Museo e alle Sinagoghe, la più antica è quella  di Scuola Tedesca del XVI secolo.

Cena in ristorante. Pernottamento (Hotel Ruzzini Palace )

3° giorno
La comunità dei Greci e l’Ordine di Malta

Venezia ha conosciuto da sempre la presenza di greci, essendo un porto commerciale in continuo contatto con l’impero bizantino. Al momento del crollo dell’impero e della presa di Costantinopoli da parte dei turchi, un certo numero di greci ortodossi cercò riparo nella città lagunare. Tra gli oggetti più antichi, l’Icona della Vergine con camicia d’argento, portata a Venezia da Costantinopoli alla caduta dell’Impero Romano d’Oriente nel 1453. La comunità greca di Venezia si stabilì nell’isola principalmente dal XIV secolo sotto la minaccia turca. Visita guidata al Museo delle Icone e della Chiesa di San Giorgio dei Greci.

Proseguiremo con la visita privata al Sovrano ordine militare di Malta, nel palazzo che fu dei Templari.

Persa Malta nel 1798, il Gran Piorato di Venezia assunse ruolo molto importante fino al decreto napoleonico che vide tutti i beni dell’ordine confiscati. Il palazzo Priorile, la chiesa di San Giovanni ed il grande terreno adibito ad orto ( il più grande privato in città ) furono restituiti dall’imperatore d’Austria nel 1841.

Light Lunch organizzato nel giardino del Gran Priorato.

Visita guidata alla Scuola Dalmata di San Giorgio degli Schiavoni ed incontro con un esponente della comunità dalmata. Edificata all’inizio del XVI secolo per iniziativa dei coloni provenienti dall’attuale costa Croata, chiamati Schiavoni che qui si riunivano, la Scuola custodisce un importante ciclo di dipinti di Vittore Carpaccio con episodi della vita dei Santi Giorgio, Trifone e Gerolamo.

Cena in ristorante. Passeggiata a San Marco per salutare l’anno con i tradizionali fuochi d’artificio.

Pernottamento (Hotel Ruzzini Palace )

4° giorno
Il Concerto di Capodanno al Gran Teatro La Fenice

In tarda mattinata ci attende il Concerto di Capodanno al Gran Teatro La Fenice, con i migliori posti in platea. Diretto da Myung-Whun Chung, la prima parte del concerto sarà, come d’abitudine, esclusivamente orchestrale. La seconda parte, che vedrà anche la partecipazione dei solisti e del coro, sarà invece dedicata al melodramma e si concluderà, come è tradizione dei Concerti di Capodanno della Fenice, con il coro “Va’ pensiero” dal Nabucco e il brindisi “Libiam ne’ lieti calici” dalla Traviata di Giuseppe Verdi.

Pranzo leggero e nel pomeriggio visita guidata  a Palazzo Ducale, capolavoro dell’arte gotica, luogo simbolo e  residenza dei Dogi, sede del governo e palazzo di giustizia, la cui l’architettura riassume in sé l’intera vita della Repubblica Serenissima, dalla nascita alla caduta.

Cena in ristorante. Pernottamento (Hotel Ruzzini Palace )

5° giorno
Il Fontego dei Tedeschi

Visita guidata al Fontego dei Tedeschi, sede ed emporio dei mercanti tedeschi, dopo anni di chiusura e un’attenta ristrutturazione dell’edificio in ogni sua parte, riapre come vetrina delle eccellenze italiane. La sua maestosità testimonia l’importanza della comunità tedesca in città, sia per gli scambi commerciali, sia culturali. Una nuova terrazza, costruita in occasione dell’ultimo restauro, offre la possibilità di vedere la città da un punto di vista privilegiato ed unico.

Pranzo libero e rientro alle città di provenienza in autonomia.

 

QUOTA

€ 1.690 per partecipante in camera doppia
Minimo 8 / massimo 14 partecipanti
con Esperto locale

Suppl. singola € 710,00
Cenone obbligatorio € 100,00
Biglietto concerto di Capodanno al Gran Teatro la Fenice € 350

 

La quota comprende:

  • Sistemazione in Hotel 4*, in camera doppia con servizi privati e prima colazione;
  • Pranzi e cene come descritto nel programma;
  • Cena di Fine Anno (quotata separatamente)
  • Ingressi e visite guidate descritte nel programma;
  • Guida Culturale Kel 12 al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

La quota non comprende:

  • Biglietto aereo/treno andata e ritorno per Venezia;
  • Trasferimenti da/per aeroporto/stazione ferroviaria all’hotel;
  • Biglietto Concerto di Capodanno al Gran Teatro La Fenice € 370,00 a persona (quotato separatamente);
  • Le bevande;
  • Biglietti del vaporetto;
  • Mance;
  • Tassa di soggiorno 4,50 € al giorno da pagare al momento del check-out in contanti
  • Extra di carattere personale;
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel programma e al paragrafo “la quota comprende”

 

Bene a sapersi:

  • L’itinerario prevede spostamenti a piedi e passeggiate che non richiedono particolare allenamento;
  • Le soste pranzo si effettuano in osterie e cicchetterie, che permettono di gustare la cucina locale tradizionale e sono scelti in base alle tempistiche e alla zona in cui si svolge l’itinerario;
  • L’ordine delle visite potrà essere modificato in funzione delle festività e dell’apertura/chiusura delle mostre in corso a Venezia.

 

Hotel Ruzzini Palace 4*:

Realizzato tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, Palazzo Loredan Ruzzini Priuli, questo il nome originale per esteso, l’edificio è l’espressione riuscita del passaggio dalle forme rinascimentali a quelle barocche. La facciata su rio del Paradiso è cinquecentesca mentre quella sul campo è il preludio del Barocco. Il palazzo è iscritto tra i beni architettonici di Venezia tutelati dalla Sovrintendenza, per i valori storici e artistici che esprime.

 

Assicurazione:

Ciascun passeggero all’atto della prenotazione sarà tenuto ad effettuare il pagamento del premio assicurativo relativo al costo individuale del viaggio, cosi come determinato dalla tabella premi seguente:

Costo individuale del viaggio fino a

Premio individuale

    500,00

€ 24,00

  1.000,00

€ 40,00

  2.000,00

€ 68,00

  3.000,00

€ 98,00

  4.000,00

€ 128,00

  5.000,00

€ 159,00

  6.000,00

€ 190,00

  7.000,00

€ 218,00

  8.000,00

€ 251,00

  9.000,00

€ 282,00

€ 10.000,00

€ 317,00

€ 11.000,00

€ 346,00

€ 12.000,00

€ 371,00

€ 13.000,00

€ 407,00

€ 14.000,00

€ 449,00

€ 16.500,00

€ 499,00

Le condizioni di polizza sono riportate sul contratto e riguardano sia l’assicurazione medico-bagaglio che l’assicurazione che copre dal rischio delle penali di annullamento.

Il possesso dell’assicurazione è requisito indispensabile per l’effettuazione del viaggio.