20 aprile 2019 - 30 aprile 2019

ALGERIA Spedizione Sahariana nel Tadrart Acacus

Itinerario in 10 giorni

Un luogo da vivere e non solo da vedere, uno spazio da usare, una palestra per il corpo e per la mente … La palestra più grande del mondo, il deserto: per “essere”, per stare, per pensare, per capire; per essere avvinto e non dimenticare. Per provare le emozioni più pure, per sentire il vento ma anche il silenzio. Per trovare forse se stessi, certamente la libertà assoluta della propria mente. Per incontrare una cultura “altra”. Per provare cosa è il nomadismo. Per non conoscere frontiere.

Viaggio spettacolare, a partire dall’oasi di Djanet, la “perla del Tassili”, nel Tadrart Acacus, mondo di guglie e torrioni, fungaie di pietra, arcate, corridoi dalle forme strane, sabbia. In 4×4, con alcune piacevoli passeggiate: esplorare pitture ed incisioni del neolitico;  conche, faraglioni, castelli di roccia e sabbia contro un cielo di un azzurro abbagliante. I paleo-suoli del Messak Mellet. Le dune rosse a Tin-Merzouga, un unicum che colpisce e affascina. Il deserto, pennellate di colore intenso sulla sabbia, un impasto di colori e contrasti.

Splendide incisioni, pregevoli esempi dell’arte rupestre che qui nell’Acacus trovano la loro massima espressione “la vache qui pleure”, toccante scena pastorale a memoria del tempo: un capolavoro, qui l’acqua abbondava e i buoi, in questo angolo di deserto, andavano all’abbeverata.

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO:

 

1° giorno
Da Roma volo per Algeri e continuazione su Djanet

Partenza da Roma Fiumicino per Algeri con volo di linea. All’arrivo, nel pomeriggio, prima di riprendere in serata il volo per Djanet, si effettuerà una vista guidata della città di Algeri. Il breve tour consentirà al viaggiatore di avere una panoramica della città.

Algeri, “la blanche”, si presenta come una vastissima distesa di palazzi e case in calce bianca e si sviluppa su una serie di colline che si tuffano nel mare; il porto, l’architettura coloniale, le ripide stradine, le grandi scalinate e i vicoli della città vecchia creano un’atmosfera del tutto particolare: profondamente mediterranea ed intensamente araba. Cena libera in un locale “popolare” algerino. Rientro in aeroporto in tarda serata e volo per Djanet. All’arrivo trasferimento e sistemazione in semplice struttura locale, pernottamento.


2° giorno
Spedizione nella regione dell’Akakus, Djanet – Oued Amais

Dopo la prima colazione, espletamento delle formalità per l’ingresso al Parco del Tassili e visita all’oasi di Djanet, “la perla del Tassili”, una grande oasi di montagna di circa 20.000 abitanti.

La parte antica del villaggio, abbarbicata sulla montagna, è formata da abitazioni di fango e pietra. Dalla parte alta dell’oasi si possono ammirare il grande palmeto e gli orti sottostanti. Visita del museo dove si trovano interessanti pezzi archeologici delle varie epoche preistoriche e oggetti della tradizione tuareg. Visita del suk.

Nel primo pomeriggio inizio della spedizione, con veicoli fuoristrada, nell’estremo sud-est algerino. Si avanza in direzione est, ai piedi della falesia del Tassili seguendo per un tratto il corso dell’oued Amais, sul cui alveo crescono grandi acacie spinose e tamerici arboree. L’oued si restringe sino a scorrere incassato tra alte pareti e diviene impraticabile ai veicoli. Sosta e campo. Pensione completa.


3° giorno
Berjen

La mattina si riprendono le vetture e, percorrendo una hammada, si attraversano il Tassili e vari uadi fino a raggiungere la grande zona fluviale del Berjen. Si percorre, tra cespugli di tamerici, l’oued Tabaraket che appunto significa tamerici: terrazze fluviali da cui sporgono insolite rocce che sembrano figure umane si alternano a sontuosi castelli. Si attraversano ampie distese e dolci dune dorate immerse tra guglie di arenaria. Si vistano numerosi siti di arte rupestre di varie epoche. Percorrendo ancora l’oued Berjen, in un susseguirsi di piante a arbusti di vario tipo, si giunge all’oued Udad, dove si visita una bella guelta incastonata tra le rocce e dove si possono ammirare importanti opere rupestri (pitture e graffiti). Dalle terrazze fluviali si ergono rocce piramidali e miriadi di torricini dalle forme bizzarre. A Essedelaghe si possono ammirare eleganti dipinti di figure umane e, successivamente la grotta delle “ranocchie”. Passeggiate, sosta e campo. Pensione completa 

4° giorno
Berjen – Tiknewen

Si lascia il Berjen: un’attraversata avventurosa tra le dune condurrà alla zona di Tikneween, le sorelle, due grandi rilievi identici che spuntano dalla sabbia, un luogo unico ed irripetibile per il paesaggio che si può ammirare e per l’immensa quiete che lo caratterizza. Sosta e campo. Pensione completa.


5° giorno
Tiknewen – Mulenagha

Il viaggio prosegue attraverso anfiteatri di dune dorate che si alternano a paesaggi rocciosi, continuamente cangianti dove, a Mulenagha, i colori, le forme, le ombre delle dune e di imponenti torrioni arenarci offrono al viaggiatore uno spettacolo lunare tra i più suggestivi di tutto il Sahara. Sosta e campo. Pensione completa.


6° giorno
Mulenagha – Tin Merzuga

Visita della zona di Mulenagha, ricca di paleosuoli. Di nuovo, sorprendenti e inaspettate, sono le forme delle grandi rocce arenariche: bastioni, figure umane e cattedrali si susseguono in un emozionante gioco. Si prosegue fino ad arrivare all’oued In Djeran visitando altri siti di arte rupestre. L’oued In Djeran si perde fra le dune dell’erg Tin Merzouga, dove al tramonto si può godere di un fantastico paesaggio: le sequenze di dune rosse che si perdono all’infinito con i loro sinuosi profili evidenziati dalla luce radente del sole creano un suggestivo contrasto con le rocce emergenti dell’Acacus. Sosta e campo. Pensione completa.


7° giorno
Tin Merzuga – Bohedienne

Ritornando indietro, verso nord, si giunge nella zona di Bohedienne: in un paesaggio di dune dalle sfumature rosse e ocra e nere rocce arenariche, si visita un interessante sito del periodo bovidiano; qui si trovano eleganti bassorilievi rupestri raffiguranti buoi e una grotta in cui sono affrescate scene di cacciatori con abiti particolari. Sosta e campo. Pensione completa.


8° giorno
Bohedienne – Oued In Djeran

Ci si addentra nel canyon dell’oued In Djeran che si snoda tra gole profonde, muraglie di roccia, suggestive figure di pietra scolpite dal vento e dalla sabbia. Le alte pareti arenariche dell’oued costituiscono una delle belle gallerie di arte rupestre del Sahara: la famosa giraffa “accucciata” è una pittura di una eleganza 

straordinaria; si possono ammirare pitture con scene di vita pastorale, buoi bicromi, immagini di caccia, graffiti raffiguranti bovidi, giraffe ed elefanti.

All’uscita dall’oued In Djeran si giunge presso un’ampia zona dove compaiono morbide dune gialle sfumate da una sabbia nera. Sosta e campo. Pensione completa.


9° giorno
Oued In Djeran – Terarat – Djanet

Partenza in direzione nord-ovest. Durante la traversata del Tassili n’Ajjer si giunge a Tin Eresou dove, presso una grotta, si possono ammirare interessantissimi dipinti raffiguranti eleganti uomini e donne che vestono abiti decorati.

Si prosegue poi verso l’oued Teini, ricco di cespugli di  piante profumate, da cui si può ammirare il profilo della falesia del Tassili. Riprendendo la pista per Djanet, si giunge a Terarart dove, alla base di un faraglione roccioso, si può ammirare una delle più belle incisioni rupestri del neolitico: “la vacca che piange”, bassorilievo finemente lavorato.

Nel pomeriggio rientro a Djanet; qualche stanza in albergo sarà messa a disposizione per una doccia ristoratrice, cena in ristorante quindi trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo notturno per Algeri.


10° giorno
Djanet-Algeri-Roma

Arrivo ad Algeri e proseguimento per Roma.

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER PERSONA:

Minimo 6 / massimo 12 partecipanti
con Capo spedizione dall’italia e guida locale parlante francese
Partenza da Roma

2.190,00

 

Supplementi per persona

Supplemento singola

85,00

Tasse aeroportuali/fuel surcharge

115,00

Alta stagione voli

01/04/2019 – 30/04/2019 20/12/2019 – 10/01/2020

220,00

Suppl. partenza da altre città (su richiesta e soggetto a disponibilità)

200,00

Visto

85,00

Spese di ottenimento visto

65,00

 

Quota di gestione pratica 80,00

 

Le quote di partecipazione sono calcolate in Euro pertanto non soggette ad adeguamento valutario.

 

LE QUOTE COMPRENDONO

  • Trasporto aereo Roma – Algeri – Djanet a/r con volo di linea in classe economica Air Algerie
  • L’assistenza negli aeroporti in Algeria
  • Escursione in minibus ad Algeri
  • La sistemazione nelle strutture ricettive sopra citate o equivalenti in camere standard, 2 notti, e 7 notti in tenda igloo
  • Trasporti a sud  in  fuoristrada  dove prendono posto 3  viaggiatori per auto + autista
  • Trattamento di pensione completa dalla prima colazione del giorno 2° alla cena del giorno 9°
  • Capo spedizione Kel 12 e guida locale tuareg
  • Ingressi, tasse e percentuali di servizio

LE QUOTE NON COMPRENDONO

  • Eventuali tasse d’imbarco da saldare in loco alla partenza
  • Le tasse aeroportuali, il fuel surcharge
  • Eventuali pasti ad Algeri
  • Le bevande
  • Le mance
  • Il facchinaggio (né negli aeroporti né negli hotels)
  • Eventuali escursioni facoltative
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel programma.

Assicurazione

Ciascun passeggero all’atto della prenotazione sarà tenuto ad effettuare il pagamento del premio assicurativo relativo al costo individuale del viaggio, cosi come determinato dalla tabella premi seguente:

Costo individuale del viaggio fino a

Premio individuale

    500,00

24,00

  1.000,00

40,00

  2.000,00

68,00

  3.000,00

98,00

  4.000,00

128,00

  5.000,00

159,00

  6.000,00

190,00

  7.000,00

200,00

 

Le condizioni di polizza sono riportate sul contratto di viaggio e riguardano sia l’assicurazione medico-bagaglio che l’assicurazione che copre dal rischio delle penali di annullamento.

Il possesso dell’assicurazione è requisito indispensabile per l’effettuazione del viaggio.

N.B: dal 1° ottobre 2018 Tour Operator e agenzie di viaggio non posso emettere assicurazioni con un valore del premio individuale superiore a euro 200,00. In questi casi il viaggiatore dovrà provvedere direttamente alla stipula della polizza necessaria all’iscrizione al viaggio assistiti dalla propria agenzia di viaggio.